settembre 28, 2018

Colpo di fulmine in cabina: fatti per guidare e per stare insieme

Colpo di fulmine in cabina

Walter trasporta animali e Simona, che sognava di guidare un camion, finalmente, con l’aiuto del suo uomo, ha preso le patenti. Ora, viaggiano felici insieme.
Walter Gasser è un ragazzone granitico di 40 anni che vive a Chiusa, in provincia di Bolzano. Sorriso aperto e sincero in un volto scolpito dall’aria fresca di montagna. Titolare dell’omonima ditta di autotrasporti, Viehtrans Gasser, Walter guida il camion da quasi 22 anni: «Trasporto bestiame – ci dice – bovini e ovini. Ho iniziato con mio padre e ora continuo per conto mio». Ma accanto a lui, da qualche tempo, è arrivata Simona e, per tutti e due, la vita è diventata una meraviglia!

Walter lavora molto con le aste di bestiame di Bolzano e San Lorenzo di Sebato e con quelle organizzate dalle varie federazioni di allevatori locali: «Il lunedì – racconta – carico i vitelli nella zona di Bressanone e Val di Funes e li porto a Bolzano all’asta. Il martedì carico i capi da macello da vari allevatori per trasportarli ancora alle aste. Poi, quando ho finito, di solito trasporto il bestiame ai macelli che possono essere ovunque, anche se, spesso e volentieri, vado a Ospedaletto Lodigiano. Il mercoledì inizia la raccolta bestiame in Alta Pusteria verso le 5.30 di mattina, poi si va all’asta di Bolzano. Il giovedì si raccoglie bestiame in un’altra zona per portarlo all’asta e consegnare poi i capi venduti ai contadini. Il venerdì può capitare di consegnare in Austria o di girare in zona. Il sabato, infine, si lava  l’autotreno o la motrice, a seconda di quello che si è usato e la domenica finalmente mi riposo. D’estate, più o meno dal 20 di maggio al 20 di giugno, iniziamo con le malghe. Si ritira il bestiame all’allevamento e si porta al fresco nei pascoli montani»

Poi è arrivata Simona 

Walter e Simona erano entrambi separati. Lui ha un ragazzo di 11 anni e una ragazza di 18: lei ha un figlio di sette anni. Il loro amore è nato su Facebook: «Ci siamo conosciuti su un gruppo di camionisti – racconta Walter – e io, chiacchierando  con lei, mi sono subito trovato a mio agio. Di lì a conoscerci di persona è stato un attimo. Poi non ci ha più fermato nessuno. Casa, lavoro, famiglia tutto in comune! Con l’arrivo di Simona è cambiato tutto. Tutto in positivo. Ci aiutiamo sempre e lei da qualche tempo ha anche preso le patenti. Così, ci basta un’occhiata per capirci e per condividere gioie e dolori. Viaggiamo insieme e, se dobbiamo fare viaggi lunghi o comunque ho quasi esaurito le ore, lei mi sostituisce. A volte capita anche che alcuni viaggi li faccia lei da sola, perché sono impegnato da un’altra parte».

Commenta via Facebook




Share this:
Tags:

Info redazione

redazione

  • Email