2 Dicembre 2019

Camionista, quanto vale la tua salute?

MAN Truck & Bus Italia lancia un progetto di telemedicina per controllare la salute degli autisti direttamente sulla strada, quando sono al lavoro. Tutti possono partecipare e… vivere più sereni

Ore e giorni alla guida, con lo stress continuo del traffico, della burocrazia e dei tempi di consegna, spesso costretti a mangiare di corsa e alla meno peggio… Il lavoro dell’autista non è dei più salutari, e infatti la categoria è una di quelle più a rischio per malattie come ipertensione, diabete, obesità e problemi muscolo-scheletrici, così come si sa che la stanchezza aumenta il rischio di incidenti ( leggi qui). Per questo è fondamentale occuparsi della salute degli autotrasportatori, e tra quelli che si stanno dimostrando più sensibili all’argomento ci sono senza dubbio i vertici di MAN Truck & Bus Italia…  Già nel 2017, MAN si era fatta notare con l’iniziativa “Ama il tuo cuore”, nata per  monitorare lo stato di salute cardiologica degli autisti. Adesso, con lo slogan “Quanto vale la tua salute?” MAN scende di nuovo in campo. Ma questa volta non si parla più solo di cuore. L’obiettivo di questo nuovo progetto, svolto in collaborazione con Health Telematic Network, società leader nella telemedicina, è più vasto e ambizioso. Si tratta di monitorare, durante la normale attività lavorativa, i parametri vitali di un numero significativo di autisti. I dati raccolti verranno analizzati dall’Università di Brescia e utilizzati come base per ulteriori studi, destinati a ridurre i fattori di rischio e aumentare la sicurezza sulla strada, proteggendo la salute di tutti noi.  Il progetto è rivolto agli autisti professionali di veicoli commerciali e industriali. Per partecipare basta inviare la propria candidatura via mail all’indirizzo ufficio. marketing@man.eu compilando l’apposito modulo presente sulla pagina web www.man4you.it/salute-autisti/. Ogni richiesta sarà valutata da un Comitato Scientifico e i soggetti ritenuti idonei saranno contattati per concordare il periodo di monitoraggio

MAN Truck & Bus Italia

Gli autisti selezionati avranno una prima visita generale gratuita, di circa 40 minuti, al termine della quale riceveranno alcuni apparecchi da utilizzare nel periodo di monitoraggio. In pratica, dopo la visita, durante le giornate di lavoro, l’autista continuerà a fare quello che fa sempre, solo dovrà tenere al polso un Apple Watch e vicino a sé un iPhone. Grazie a questi dispositivi, saranno monitorati h24 in modalità wireless – cioè senza fili e senza fastidi – così da inviare ai medici di controllo le informazioni sulla pressione, il battito del cuore, l’attività fisica, la glicemia ecc. Sarà inoltre necessario dedicare 5 minuti alla mattina e alla sera per misurare la pressione e la saturazione, anche questi da controllare attraverso i dispositivi forniti da Health Telematic Network. Il tutto per sette giorni. Poi, al termine di questo periodo, l’autista riceverà un report finale. Qualcuno penserà che a partecipare ci sono mille complicazioni e perdite di tempo, ma la verità è che tutto è molto semplice e veloce. Ma soprattutto è un’occasione imperdibile per essere certi – a costo zero e senza le lungaggini del sistema sanitario nazionale – del proprio stato di salute e dell’eventuale rischio cardiovascolare, che significa capire se si rischia un infarto o un ictus e come comportarsi per migliorare il proprio benessere. Infine, tutta l’operazione ha un obiettivo più vasto e meritevole: capire cosa non va e produrre strumenti che possano farci stare tutti meglio. E questo, da solo, è un buon motivo per esserci.

 

Questo e molto altro sul nuovo numero di Professione Camionista, in edicola e online cliccando qui 

Commenta via Facebook

Share this:
Tags:

Info redazione

redazione

  • Email