10 Gennaio 2020

Cabotaggio italiano in Svizzera

In Svizzera la legge è chiara: qualsiasi veicolo industriale con targa estera non può svolgere attività commerciali all’interno del Paese e questo vale anche per i semirimorchi, anche se trainati da trattori con targa elvetica. Così, una ditta con sede in Ticino (in Svizzera), controllata da un’impresa italiana, si è vista recapitare una bella multa per avere compiuto 584 trasporti utilizzando trailer immatricolati in Italia. Il punto è che la ditta italiana portava in Svizzera i rimorchi carichi all’interno di regolari trasporti internazionali, ma poi, in fase di rientro, quegli stessi trailer portavano altre merci dalla Svizzera interna alla sede ticinese, lavorando quindi all’interno della Confederazione. E sono stati beccati.

Tutti gli articoli potete trovarli sulla nostra rivista, acquistabile in edicola o online cliccando qui 

Commenta via Facebook

Share this:
Tags:

Info redazione

redazione

  • Email