15 Gennaio 2019

Dopo il Nikola One e il Nikola Two, arriva il Nikola Tre

Nikola Tre

Dopo il Nikola One e il Nikola Two, entrambi per il mercato statunitense, arriva il Nikola Tre (in italiano!), il camion ibrido elettrico-idrogeno progettato per le strade europee.  Nikola Motor, il costruttore statunitense specializzato in camion ibridi a idrogeno, dopo lo sviluppo dei suoi due primi modelli, il Nikola One e il Nikola Two, concepiti per i mercati del Nord e del Sud America, si è messo al lavoro su un terzo prototipo, il Nikola Tre – chiamato proprio così, in italiano – un trattore a guida autonoma di quinto livello destinato ai mercati europeo, asiatico e australiano.

Nikola Tre: fino a mille cavalli

Il Nikola Tre sarà alimentato da una pila a idrogeno da 120 kW, sostenuta da uno o due motori elettrici, per una potenza complessiva che, nelle intenzioni del costruttore, dovrebbe poter raggiungere i mille cavalli. Oltre al sistema di guida autonoma, sarà dotato di una tecnologia che gli consentirà di essere pilotato via touch screen. È previsto anche un sistema avanzato di controllo indipendente delle ruote, da utilizzare in curva ma soprattutto durante le manovre. Per ora il Nikola Tre è solo un prototipo, ma già si sa che verrà presentato ufficialmente in occasione dell’evento Nikola World, organizzato a Phoenix, negli USA, nell’aprile 2019. In ogni caso, secondo quanto dichiarato, il Nikola Tre sarà disponibile nelle versioni 6×2 o 6×4 e in tre configurazioni da 500 a 1000 cv di potenza e fino a 2700 Nm di coppia massima, con un’autonomia che, a seconda del modello, potrà variare dai 500 ai 1000 km. I test di collaudo inizieranno in Norvegia nel 2020 e, allo stesso tempo, sempre in Europa, sarà identificato un sito produttivo specifico, con l’obiettivo di entrare in distribuzione tra il 2022 e il 2023. Ma andrà davvero così? O tutte queste notizie sono solo un modo di tenere sulle spine i concorrenti e solleticare gli investitori? Staremo a vedere…

Questo e molto altro sul numero 243 di Professione Camionista, disponibile in edicola e online cliccando qui 

Commenta via Facebook

Share this:
Tags:

Info redazione

redazione

  • Email