9 Gennaio 2019

ALLARME! CI STANNO RUBANDO L’AUTOTRASPORTO

Ci stanno rubando l’autotrasporto

In dieci anni il nostro autotrasporto ha perso un miliardo e mezzo di fatturato e il 41% delle merci, mentre in Polonia il volume dei trasporti è cresciuto del 53%. Cioè, quello che prima portavamo noi, adesso lo portano i polacchi…

Pochi giorni fa, l’UNRAE, l’associazione delle Case automobilistiche estere che operano sul mercato italiano, ha presentato un suo punto di vista sulla situazione del mercato dei veicoli industriali. Questo incontro aveva come titolo TRASPORTIAMO L’ITALIA NEL FUTURO, ma al termine degli interventi, il nostro futuro è sembrato instabile e incerto. E, per capire perché, bastano tre numeri: negli ultimi 10 anni, i Costruttori hanno perso un miliardo e mezzo di fatturato, lo Stato ha perso 105 milioni di entrate fiscali e il settore ha perso 135.000 addetti. Il presidente dell’UNRAE, Franco Fenoglio, ha ricordato che, quando una fabbrica licenzia i suoi operai, se ne parla nei giornali e in tv, mentre per i 135.000 posti di lavoro persi (13 volte di più dell’Alitalia), nessuno ha detto una parola… Insomma, è evidente che l’autotrasporto è in forte flessione, ma quel che è peggio è che nessuno se ne accorge (tranne gli autotrasportatori). Il primo dato è impressionante: nel 2010, i vettori italiani portavano il 10% delle merci europee, oggi ne portano solo il 6%. Ma qualcuno invece cresce. Si tratta della Polonia, che rappresenta solo il 3% dell’intera ricchezza europea, ma fa trasporti per oltre il 18%. Detta in poche parole, l’Italia perde tonnellate di merci trasportate (-41%) mentre la Polonia, tra il 2007 e il 2017, ha visto crescere il volume dei suoi trasporti del 53%. In sostanza, quello che prima portavamo noi, adesso lo porta la Polonia.

L’articolo completo sul numero 243 di Professione Camionista disponibile in edicola e online cliccando qui 

Commenta via Facebook




Share this:
Tags:

Info redazione

redazione

  • Email